you can download images to enjoy on your device - no commercial, only private use allowed
© Tommaso Saccarola P.I. 03676940277

BIO

Fotografo dal 1996. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione, a Padova nel 2005, ho fatto della fotografia la mia professione. Prediligo la fotografia documentaria, il reportage urbano, sociale, industriale, di viaggio.

Fotografo perché è - anche - un atto per trattenere la bellezza che è nel mondo, insieme a ciò che accade e muta.

Credo che ogni fotografia sia sempre testimonianza di più storie. La prima, quella del pensiero che genera la necessità dello scatto, che riguarda il sentire del fotografo; la seconda, diversa, è la storia che sta di fronte alla fotocamera, che viene frammentata e restituita nella fotografia. In seguito, una terza storia si presenta, quella della fotografia stessa, che può prendere strade volute o inaspettate, essere documento storico o bellezza da guardare.

Ho imparato cosa vedere, poi come vedere. E continuo a impararlo di nuovo. La presenza umana - persone o strutture e segni dell'uomo - è filo conduttore della maggioranza delle mie fotografie.

EN: I've been taking photographs since 1996. After graduating in communication in 2005, I decided to become a professional photographer. I prefer documentary photography, social or industrial reportage, photos in the cities, travel.

I’m a photographer because I must retain the beauty that is in the world, together with what happens and changes.

I think that each photograph tells us about several stories. First, the idea that led the photographer to shoot that photo, what he felt in that moment; the other, the scene taking place in front of the camera. One story comes from the photographer’s mind, one from the situation shot. Then, another story comes to life: the one of the photograph itself, that can become an historical document, or a matter of art.

I learned what to see, then how to see. I have not finished yet. Human presence is the thread of my whole work.

BOOKS

2011 "Tra le persone" Raccoglie l'esperienza dei reportage in Mozambico e Perù realizzati su incarico del Cesvitem, ONG che si occupa di solidarietà internazionale. tralepersone.tumblr.com 

2008 "Mirano e l'oca", sul tradizionale Gioco dell'oca in piazza a Mirano, in collaborazione con la Pro Loco.

ESPOSIZIONI

  • ¡Qué contraddición! - "Trujillo, Perù. Attorno alla terza città del paese un enorme sistema di canali di irrigazione ha reso coltivabile il deserto. Eppure, la malnutrizione infantile sfiora il 20%. Mentre con l’Expo di Milano 2015 il tema del cibo torna al centro dell’agenda mondiale, l’enorme contraddizione di uno dei paesi più fertili del pianeta che non riesce a sfamare i suoi figli." 2015 - villa XXV Aprile a Mirano (VE) 
  • Mozambico "Il Sud di Maputo capitale, il Nord di Monapo rurale e il mare di Ilha de Moçambique e di Praia de Quissimajulo. Il Mozambico è bello. Come tutta l’Africa posso immaginare. Come tutto il mondo, in fondo." - 2013 26/10 - 3/11 - Sale espositive del Centro d'Arte e Cultura di Piove di Sacco (PD) | 2012 15/2-5/3 Libreria Feltrinelli di Mestre | 2011 16-22/6 Cortile pensile di Palazzo Moroni Padova: mostra ospitata in occasione della giornata mondiale del rifugiato (20 giugno) a cura dell'associazione "Popoli Insieme" con il patrocinio del Comune - Unità di Progetto Accoglienza e Immigrazione | 2008 all'Ostricaro, osteria a Mirano 
  • Esterno notte "L’uomo e il suo abitare. Le case. Proteggono, racchiudono, di notte sembra non esistere "il fuori". Eppure. Le case quando non si ha controllo e percezione completa di ciò che le circonda. Il desiderio di un “dentro”. L’impulso del cercare riparo. La vita all'interno che filtra, con la luce, verso l’esterno. C’è separazione, ed è ciò che più emerge." 2018 MiranoFotografia, maggio Villa Giustinian Morosini-XXV Aprile, Mirano (VE) 2017 maggio Studio architettura OpenSpace14 - Favaro (VE) | 2013 23/9-19/10 O.F.F. Oriago Fotografia Festival (VE) 
  • Terre dei Tiepolo il territorio dei sette comuni raccontati attraverso le mie fotografie. 2015 13/6 - 27/7 Barchessa Giustinian Morosini “XXV Aprile” Mirano (VE)
Alcuni riconoscimenti fotografici: 2008: il secondo posto al "Premio della qualità creativa in fotografia professionale" categoria "Viaggi ed etnica", dell'associazione nazionale fotografi professionisti Tau Visual; finalista per la sezione reportage degli "Orvieto professional photography awards". 2010: Premio Tasca d’Almerita al concorso "ST’ISULA" delle Officine Blu, partner la Fondazione Alinari per la storia della fotografia e la scuola Apab di Firenze. 2010: secondo classificato al concorso "Paesaggi sensibili - Paesaggi di Costa" indetto da Italia Nostra. 2011 sono tra i cinque fotografi selezionati da Ruth Eichhorn, photoeditor di GEO Magazine DE, per il Canon professional Network, categoria "Movimento" su oltre 2mila candidature; 2011 al concorso internazionale Leica X1 Talent, su 42.567 partecipanti ottengo il 43° posto nella classifica di gradimento del pubblico, e la giuria mi include nella rosa dei 240 finalisti.

Nel 2012 Canon Italia mi intervista come professionista della settimana PDF